Nuova Scuola d'Infanzia a Tenero Contra - B15A architettura

Vai ai contenuti

Menu principale:

Nuova Scuola d'Infanzia a Tenero Contra

concorsi

Nuova Scuola d'Infanzia a Tenero-Contra
Tenero-Contra (Canton Ticino) - Svizzera
partecipazione

scuola materna
La scuola dell’infanzia deve rappresentare lo spazio come processo di crescita, composto da qualità che vanno oltre le funzioni distributive tradizionali dello spazio scolastico, in un progetto dove micro e macro-scala coincidono, uno spazio dove si apprende, si gioca, si mangia, si dorme, si lavora, si comunica, si osserva, si abita; uno spazio dove si sperimenta l’ambiente naturale, un ambiente pensato come interlocutore educativo che con le sue opportunità, con i suoi spazi strutturati, sollecita il bambino ad esperienze di gioco, di scoperta e di ricerca. La lunga prospettiva della galleria, che si sviluppa tra la geometria degli oblò e la poesia della luce che gioca a nascondino proiettandosi sul pavimento, è poi intervallata sul lato opposto dalle cinque teche vetrate che segnalano i cinque moduli didattici.
Il percorso è reso dinamico e vivace dall’inserimento del colore in tutti i toni della scala cromatica che caratterizzano le imbotti degli oblò. Di notte la luce proveniente dall’interno sulla facciata d’ingresso e lungo la galleria trasforma la parete in una sequenza di fantasiose costellazioni caratterizzando fortemente la scuola.
Gli ambienti interni sono trattati in modo da emanare un atmosfera tranquilla e serena grazie all’illuminazione diurna abbondante e uniforme e all’adozione di finiture semplici e colori neutri. Saranno le attività e i lavori dei bambini ad animare e rendere dinamico lo spazio.
Intonaco chiaro, pareti in legno, vetri trasparenti o opachi, linoleum neutro. In particolare è prevista una pavimentazione in corklinoleum un materiale sostenibile, igienico, pratico e decorativo, realizzato mediante l’impiego di sughero riciclato. Le aule si aprono verso il parco con grandi finestre della dimensione dell’intera parete: i serramenti, spessi, in legno, segnano con ritmo regolare il limite tra lo spazio interno e l’esterno.

progettisti: Andrea Desideri, Silvia Guzzini, Federico Caserta, Rosalia Vittorini
collaboratori: Francesco Casini
impianti: Ing. Giovanni Corazza

Torna ai contenuti | Torna al menu